Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L'Italia e la Tunisia insieme per sostenere i giovani imprenditori di Medenine e Tataouine

Data:

06/12/2018


L'Italia e la Tunisia insieme per sostenere i giovani imprenditori di Medenine e Tataouine

Si è tenuta oggi a Medenine una cerimonia dedicata alla firma di 35 convenzioni destinate al sostegno di imprenditori di Medenine e Tataouine. L’evento ha avuto luogo in presenza del Ministro della Formazione Professionale e dell’Impiego, Saida Ounissi, dell’Ambasciatore d’Italia a Tunisi, Lorenzo Fanara, del Governatore di Medenine, del primo delegato di Tataouine, dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e della Direttrice dell’UNOPS-Nord Africa. 35 imprenditori, di cui 16 di Tataouine e 19 di Medenine, dei quali 40% donne, hanno potuto così ricevere dei finanziamenti a fondo perduto per un ammontare di circa 350 mila euro per la creazione delle loro microimprese. La cerimonia fa parte del progetto “Creazione della Microimpresa nei Governatorati di Medenine e Tataouine”, finanziata dalla Cooperazione italiana per una somma di circa 1,7 milioni di euro.

L’obiettivo di questa iniziativa è di favorire l’inserimento sociale ed economico dei giovani svantaggiati di questi due Governatorati del Sud della Tunisia, e di contribuire al riassorbimento della questione della disoccupazione. Per mezzo del rafforzamento delle capacità tecniche, imprenditoriali e di accesso al finanziamento per l’avvio di attività produttive, il progetto punta a sostenere la creazione di almeno 40 microimprese di giovani.

La giornata è continuata con la visita dell’Ambasciatore d’Italia a un’impresa che ha beneficiato dell’appoggio della linea di credito, messa a disposizione dalla Cooperazione italiana, per un totale di circa 900 mila euro. Questa cifra ha permesso all’impresa di dotarsi di un sistema di produzione moderna e di dare impiego a circa 60 persone.

“La giornata di oggi sottolinea un impegno comune della Tunisia e dell’Italia in favore delle generazioni future, motore principale dello sviluppo del Paese. I giovani imprenditori della regione di Medenine, che lavorano spesso in un contesto complesso, hanno trovato un valido sostegno nelle istituzioni con l’appoggio della Cooperazione italiana. L’Italia contribuisce non soltanto al progetto dell’UNOPS, ma anche all’attuazione del programma della linea di credito che ha permesso, fino ad oggi, la creazione di 10.000 impieghi in Tunisia. L’intenzione non è quella di fermarsi qui, ma di continuare su questa strada. Una nuova linea di credito di 57 milioni di euro è stata recentemente approvata e può diventare uno strumento essenziale anche per le imprese agricole tunisine”, ha dichiarato S.E. l’Ambasciatore a margine della cerimonia.

ceremonie medenine

 


271