Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Scheda Paese

 

Scheda Paese

Sistema istituzionale e dati di base

Forma Convenzionale Lunga: Repubblica tunisina

Forma Convenzionale Breve: Tunisia

Forma Locale Lunga: Al Jumhuriyah at Tunisiyah

Forma Locale Breve: Tunis

Capitale: Tunisi

Indipendenza: 20 marzo 1956

Costituzione: La nuova Costituzione è stata approvata dall'Assemblea Nazionale Costituente il 27 gennaio 2014, dopo che la precedente del 1° giugno 1959 (emendata nel 1988 e nel 2002) è stata abrogata in seguito alla Rivoluzione del 14 gennaio 2011. Quella attuale é la terza carta costituzionale della storia tunisina.

Divisione Amministrativa: 24 governatorati: Ariana, Beja, Ben Arous, Bizerte, Gabes, Gafsa, Jendouba, Kairouan, Kasserine, Kebili, Kef, Mahdia, Manouba, Medenine, Monastir, Nabeul, Sfax, Sidi Bou Zid, Siliana, Sousse, Tataouine, Tozeur, Tunis, Zaghouan

Superficie: 162.154 km²

Popolazione: 11.299.400 (al 1 luglio 2016, dati INS)

Forma di Governo: Repubblica semi-parlamentare, con poteri di indirizzo riconosciuti al Capo dello Stato in materia di politica estera e di difesa.

Ordinamento giuridico: Basato sul sistema francese di diritto civile; non accettata la giurisdizione della Corte Internazionale di Giustizia.

 

Potere Legislativo

Il 2 dicembre 2014 si è insediata l’Assemblea dei Rappresentatnti del Popolo (ARP), eletta a suffragio universale il 26 ottobre 2014. Eletta per un mandato di cinque anni, l’ARP prende il posto dell’Assemblea Nazionale Costituente, che ha adottato la nuova Costituzione tunisina nella seduta del 27 gennaio 2014. Con l’elezione dell’ARP, il sistema istituzionale tunisino si è avviato alla conclusione formale del lungo ciclo provvisorio seguito alla rivoluzione del 14 gennaio 2011.

Composizione dell’Assemblea dei Rappresentanti del Popolo, 217 membri (al 15 gennaio 2019, dati ARP)*:

  • Presidente : Mohamed Ennaceur (Nidaa Tounes)
  • Nidaa Tounes (L’Appello della Tunisia), centristi, 45 seggi
  • Ennahdha (La Rinascita), islamisti, 68 seggi
  • Al Jabha Châabia (Fronte Popolare), sinistra radicale, 15 seggi
  • Al Horra (La Libera) e Machrouu Tounes (Mouvement du projet de la Tunisie), centristi, 16 seggi
  • Courant démocrate, 12 seggi
  • Blocco di coalizione nazionale, 44 seggi
  • Blocco Al Wala lel Watan (Fedeltà alla Nazione), 10 seggi
  • indipendenti, 7

* L’orientamento ideologico è puramente indicativo

Suffragio: 18 anni di età; universale, ad eccezione delle forze di sicurezza governative (polizia ed esercito), persone con disabilità mentali, persone detenute per più di tre mesi (solo casi penali) e persone a cui è stata concessa la sospensione condizionale della pena per più di sei mesi.

 

Potere Esecutivo

Capo dello Stato. Il 31 dicembre 2014 ha prestato giuramento il nuovo Presidente della Repubblica, Beji Caid Essebsi, risultato vincitore del turno di ballottaggio del 21 dicembre. Eletto a suffragio universale, Essebsi succede a Moncef Marzouki, Presidente provvisorio eletto dell’Assemblea Nazionale Costituente.

Primo Ministro. Dal 26 agosto 2016 il Governo è presieduto da Youssef Chahed, alla guida di un Governo di unità nazionale costituito su impulso del Presidente Essebsi per far fronte alle impegnative sfide che il Paese deve affrontare.

 

Potere Giudiziario

Il Consiglio Superiore della Magistratura, previsto dalla Costituzione ma la cui organizzazione è demandata alla Legge, sarà l'organo di autogoverno dei giudici. Questi ultimi saranno nominati per decreto presidenziale previo parere conforme del CSM. I magistrati superiori saranno invece nominati dal Presidente della Repubblica su concertanzione con il Primo Ministro, ma su esclusiva proposta da parte del Consiglio.

 

Principali Organizzazioni Internazionali cui aderisce la Tunisia: AIEA, Banca Africana di Sviluppo, CEN-SAD, CIO, FAO, FMI, G-77, Interpol, Lega Araba, Movimento dei Non Allineati, Movimento internazionale della Croce Rossa e del Crescente Rosso, ICAO, OCI, ONU, OII, OIM, OIS, OMI, OMS, OIAC, UNESCO, UA, UMA, UIT, UPU


109